THE ARTIST: la recensione del vincitore